Accedi al sito
Serve aiuto?

2012 Milano 16-17 Giugno







 
 
 

EPM   
Unita’ di Ricerca Ergonomia della Postura e del Movimento
SESTO SEMINARIO INTERNAZIONALE


LA PREVENZIONE E GESTIONE DEL RISCHIO DA SOVRACCARICO BIOMECCANICO:
LA PAROLA ALLE IMPRESE E NON SOLO


PRIMA GIORNATA 14/6/2012
Cliccare sul titolo per scaricare i lavori presentati
  PRIMA PARTE: INTRODUZIONE
  ORE RELATORE TITOLO
1 9,00 - 9,25 E. Occhipinti ( EPM-Milano ) Introduzione al Seminario.
Presentazione dei nuovi technical report ISO:
TR 12295 ( Applicativo della serie ISO 11228 ) e TR 12296 ( Movimentazione Pazienti )
  SECONDA PARTE: LA PAROLA ALLE IMPRESE
Chair: D.Colombini ( EPM-Milano ), E. Occhipinti ( EPM-Milano )
2 9,30 - 9,55 L. Bianchin, G. Bellò ( BAXI ) Ergonomia e produttività: esperienza di autogestione del rischio da movimenti ripetuti
3 9,55 - 10,20 D. Castiglioni, M.
Calligaris ( WHIRLPOOL )

 
Dall’analisi tempi e metodi alla valutazione del rischio da movimenti ripetitivi: uno strumento (software), per gli analisti, di decodifica tra metodi MTM  e metodo OCRA.
4 10,20 - 10,45 L. Perego ( PEG-PEREGO ) Ergonomia applicata alla riprogettazione di una linea di montaggio: ricadute sulla salute e sulla produttività.
5 10,45 - 11,10 I. Rinaldini ( AMADORI ),
P. Mazzoleni ( EPM-Milano )

 
Valutazione della forza con EMG nell’attività di taglio tacchini: confronti coi risultati della scala di Borg e interventi preventivi
6 11,40 - 12,05 U. Caselli ( INAIL – Dir.Reg. Marche )
 
Il calzaturiero nelle Marche: organizzazione del distretto produttivo e valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori.
7 12,05 - 12,30 S. Nicoletti ( EDILCASSA Basilicata ) Valutazione del rischio da movimentazione manuale di carichi nell’edilizia tradizionale.
8 12,30 - 12,55 A. Turetta ( MIORELLI ),
N. Radovic ( LEMA Informatica )

 
Valutazione del rischio da movimenti ripetitivi nelle pulizie: prime esperienze applicative di un software con analisi del rischio facilitata
9 14,00 - 14,25 D. Colombini ( EPM-Milano ),
G. Biamonti e G. Curti (CIR Food S.C. )

 
Valutazione del rischio da movimenti ripetitivi nella preparazione pasti presso grandi centri cottura: problematiche valutative per esposizione a compiti multipli a ciclo mensile.
10 14,25 - 14,50 S. Schiaroli ( INDESIT ) Progetto IME ( Indesit Manifacturing Excellence ):  coniugare salute e sicurezza del lavoro ed efficienza
  TERZA PARTE - TAVOLA ROTONDA: LE PRIME ESPERIENZE DI FORMAZIONE DELLA EPM INTERNATIONAL ERGONOMICS SCHOOL.
Chairs: F.Tosi ( Presidente SIE ), D. Colombini ( EPM-Milano )
  14,50 -15,20 D. Colombini, N. Battevi,
A. Cristaudo, G. Di Leone, M.Placci M.Cerbai
LA ESPERIENZA DELLA SCUOLA ITALIANA ( Milano, Pisa, Romagna Bari )
  15,20 -16.00 A. Hernandez , E. Alvarez
e altri colleghi dal Sud America:
J.C Velasques ( Colombia ), Pablo Suasnavas ( Equador ), Oscar Ramirez ( Perù )
LA ESPERIENZA DELLA SCUOLA SPAGNOLA E ISPANO AMERICANA
PRIME ESPERIENZE COLOMBIANE
  16.00 -16,20 R. Facci, E. Santino LA ESPERIENZA DELLA SCUOLA BRASILIANA
LA CANNA DA ZUCCHERO
  16,20 - 16,40 H. Alves, C. Mesa LA ESPERIENZA DELLA SCUOLA
FRANCESE
  16,40 - 17,00 DIBATTITO E PROSPETTIVE e consegna attestati ai partecipanti latino Americani allo stage Ergonomia Muscolo Scheletrico Barcellona-Milano
  SECONDA GIORNATA 15/6/2012
  PRIMA PARTE: LA PAROLA ALLE ASL      
 Chair:  G.Di Leone ( Presidente SNOP ) , S. Cantoni ( Direttore Dip. Prevenzione ASL MI )
  ORE RELATORE TITOLO
11 9,00 - 9,15 C. Dieci ( AUSL RE ) Modello integrato per la gestione del rischio da movimentazione manuale pazienti: esperienza decennale nell’Azienda USL di Reggio Emilia.
12 9,15 - 9,30 A. Baratti, A. Merogno
( ASL Cuneo 1 )
La valutazione del rischio di sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori nelle mensa aziendale di un ospedale.
13 9,30 - 9,45 A.Del Rosso
( Spesal ASL BARI Nord )
La valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico del rachide e da movimenti ripetitivi dell'arto superiore nella lavorazione dei prodotti ittici
14 9,45 – 10,00 Gobbi ( ASL Verona ) Il sovraccarico biomeccanico nelle attività di raccolta dei lavoratori stagionali in agricoltura. Indicazioni per la sorveglianza sanitaria.
15 10,00 - 10,15 S. Ardissone ( ASL Asti ) L’esposizione al rischio da movimenti ripetitivi in compiti settimanali discontinui. L’esperienza in un allevamento avicolo.
16 10,15 - 10,30 V. Rossi ( ASL MI ) WR-MSD nei lavoratori del settore della preparazione e distribuzione pasti: primi risultati di una indagine svolta nel territorio dell’ASL di Milano
17 10,30 - 10,45 V. Giurlando ( ASL MI ) Rischio da sovraccarico biomeccanico del rachide e degli arti superiori nella grande distribuzione: approccio alla valutazione e gestione del rischio prima e dopo il progetto cittadino dell’ASL di Milano
18 10,45 – 11,00 M. Pinelli ( ASL Versilia ) Strumento informatico per la gestione territoriale dei dati sanitari delle patologie lavoro correlate dell’arto superiore: “PAS-Versilia
  SECONDA PARTE: AGGIORNAMENTO SUI METODI
Chair: N. Battevi ( EPM-Milano )
  11,30 - 11,50 D. Colombini
( EPM-Milano )
La valutazione del rischio per sovraccarico biomeccanico degli arti superiori con diversi metodi d’interesse a confronto: OCRA, RULA, HAL, STRAIN INDEX , EAWS.
  11,50 - 12,10 M. Placci - M. Cerbai
( EPM-Milano )
Novità metodologiche sul traino e spinta: curva, un solo arto, un percorso e compiti multipli.
21 12,10 - 12,30 O.Menoni
( EPM-Milano )
Prime valutazioni del rischio da movimenti ripetitivi nel personale ospedaliero: analisi multicompiti a ciclo mensile.
22 12,30 - 12,40 E. Occhipinti ( EPM-Milano ) Aggiornamenti sul metodo del NIOSH per compiti di sollevamento variabili ( VLI )
  TERZA PARTE:  ESPERIENZE DI INTERESSE NELLA GESTIONE DEL RISCHIO
Chair: E. Occhipinti ( EPM-Milano )
23 14,00 - 14,15 M. Martini Valutazione del rischio ergonomico in un azienda produttrice di latticini
24 14,15 - 14,30 L. Bonci Primi risultati della valutazione del rischio da sovraccarico biomeccanico e programma di miglioramento nella realizzazione di calzature donna.
25 14,30  - 14,45 S. Spada ( FIAT ) Metodologia per la realizzazione di un DPI - guanto ergonomico per la protezione dell’operatore dal rischio causato da applicazione di pressione
26 14,45 – 15,00 S. Finotto ( ASL Biella ) Valutazione del rischio da movimentazione manuale dei carichi nel comparto tessile reparto tintoria per la mansione di “Addetto carico e  scarico bumps”
27 15,00 – 15,15 F. Verona
( ASP Golgi Redaelli )
Il percorso dell'azienda di servizi alla persona Golgi Redaelli, per la bonifica del rischio prevalente in RSA
28 15,15 – 15,30 F. Ferri ( AUSL RE ) a) prima parte:Il rischio e i disturbi muscolo scheletrici in una azienda di produzione componenti per macchine agricole
b) seconda parte
29 15,50-16,05 R. Compagnoni
( INAIL – Dir.Reg. Marche )
Rischio da sovraccarico biomeccanico degli arti superiori nei comparti della piccola industria, dell’artigianato e dell’agricoltura
30 16,05 -16,20 N. Vitelli ( ASL MI ) Disturbi e patologie muscoloscheletriche in edilizia: quanto ancora si può aspettare ad intervenire?
31 16,20-16,35 B. Delfino ( ASL TO1 ) Macellazione bovini: progetto di modifiche organizzative e tecniche per la riduzione del rischio di UL – WMSD’s nei medici veterinari addetti all’ispezione post-mortem
  16,35-17,00 DISCUSSIONE E CHIUSURA DEI LAVORI
CON CONSEGNA DEI DIPLOMI DI PERCORSO FORMATIVO